Ecco “Cercando Camille” viaggio in Bosnia per trovare la memoria ormai svanita

Domani sera alle 21, con la proiezione di “Cercando Camille”, diretto dall’italo-svizzera Bindu de Stoppani, si apre il Festival, anche se l’inaugurazione istituzionale sarà venerdì alle 17.30. Come scrive nella scheda destinata agli spettatori il direttore artistico del nostro Festival, Fabio Ferzetti, il tema dell’Alzheimer e della perdita della memoria viene affrontato “in chiave sorridente e quasi di commedia, sfumando la dimensione tragica della malattia”. Il viaggio è quello in camper di una figlia con suo padre. La meta è la Bosnia, dove il padre fu corrispondente di guerra. La speranza, vana, è di far recuperare la memoria al vecchio giornalista. Saranno in sala, a raccogliere il trofeo del Trevignano FilmFest, gli attori Luigi Diberti e Anna Ferzetti, mentre Andrea Garibaldi parlerà della sua esperienza di inviato di guerra in Bosnia.

Lascia un commento